I fiumi della Basilicata

Gli schemi idrici lucani

L’Accordo di Programma Basilicata–Puglia–Stato per la gestione delle risorse idriche condivise ai sensi dell'ex art. 17 della L. 36/94”

Sorveglianza e ricognizione lungo i corsi d'acqua lucani (Autorità Interregionale di Bacino della Basilicata)

Codice della Difesa del Suolo e delle Risorse Idriche (Autorità Interregionale di Bacino della Basilicata)

Il piano di gestione del rischio di alluvioni - distretto appennino meridionale (Autorità interregionale di Bacino della Basilicata)

Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni - Relazione programma di lavoro per la redazione delle mappe di pericolosità e rischio del Piano di Gestione del Rischio Alluvioni – scadenza giugno 2013 (a cura del Distretto Idrografico dell’Appennino Meridionale: Autorità di Bacino Nazionale dei Fiumi Liri-Garigliano e Volturno, Regione Abruzzo, Regione Basilicata, Regione Calabria, Regione Campania, Regione Lazio, Regione Molise, Regione Puglia)

Mappe della pericolosità e Mappe del Rischio Idraulico - Relazione Piano di Gestione del Rischio Alluvioni (Autorità interregionale di Bacino della Basilicata)

7 marzo. L'ex Syndial e altre strane storie. Cocktail di veleni (video). Il 5 dicembre 2013 il sindaco di Ferrandina emetteva un'ordinanza che vietava l'attingimento dell'acqua dei pozzi, l'abbeveraggio, e l'uso irriguo nell'area della ex Syndial (Gruppo Eni) per la comprovata presenza di sostanze tossiche e cancerogene. Ad essa avevano fatto seguito le ordinanze di altri sindaci dei comuni della Valle del Basento

6 marzo. Idrocarburi pesanti nel Basento. Fiume inquinato per tutto il 2013. Pubblicati i dati del secondo semestre: ancora valori alti. Si attendono le analisi degli agricoltori, urgono decisioni sul futuro dell’area

5 marzo. Acqua, petrolio, Sud e magia. Idrocarburi 'scomparsi', pozzi incidentati e una verità che non emerge (Coordinamento nazionale No Triv – sezione Basilicata)

26 febbraio. Bonifiche Tito e Valbasento. La Regione recupera i fondi per le bonifiche dei siti industriali. Definito il cronoprogramma. Ispra progetterà gli interventi

20 febbraio. Blitz dell'Antimafia nel Centro Eni di Viggiano. Undici indagati per traffico illecito di rifiuti. Sotto le lente del Noe la gestione dei liquidi smaltiti a Tecnoparco. Prelevati dei campioni che ora verranno analizzati. Avvisi di garanzia al responsabile Eni Divisione Sud Ruggero Gheller, ai vertici di Tecnoparco, Michele e Fausto Somma, al direttore dello stabilimento, Nicola Savino, all’imprenditore Castellano, al presidente del Consorzio industriale di Matera, Gaetano Santarsia e all’ex amministratore delegato di Sorgenia (Gruppo De Benedetti) Massimo Orlandi

20 febbraio. Le video inchieste di basilicata24.it. Le due video inchieste del quotidiano on line basilicata24.it sugli affari legati allo smaltimento dei rifiuti petroliferi, pubblicate nel giugno 2012

Studio Geologico e delle Caratteristiche Geochimiche delle acque sotterranee della Val Basento (ARPAB - dicembre 2013)

Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti - Relazione sulle bonifiche dei siti contaminati in Italia: i ritardi nell'attuazione degli interventi ei profili di illegalità - Gli approfondimenti condotti dalla Commissione sulle aree di Tito e Valbasento (9,91 mb)

L'oro nero che in Italia rende poveri. Viaggio in Basilicata. la regione ricca di petrolio dove chi denuncia l'inquinamento finisce in galera

Valbasento, le falde sono avvelenate. Vietato l'uso dell'acqua. Il rapporto dell’Asm conferma l’inquinamento chimico nella zona diaframmata. I sindaci di Ferrandina e Pisticci vietano l’uso delle acque di falda nell’area Syndial

Basento, il Comune di Pisticci denuncia inquinamento. La Regione manda i suoi a verificare. Nei prossimi giorni l’Arpab avvierà una serie di verifiche per capire come stanno le cose