I recenti dati rilevati dall’Arpa Puglia con la quale è stato sottoscritto un protocollo di collaborazione, rivelano dati ambientali allarmanti sulle emissioni dell’Ex Sider Potenza, attualmente Ferriere Nord Potenza. Ci si chiede perchè nelle autorizzazioni ambientali, ivi compresa quella relativa all’ultima AIA, non siano state attuate le prescrizioni in essa contenute. E’ grave che informazioni ambientali di così grande rilievo emergano solo oggi ed in modo ancora del tutto parziale ed incompleto ed è stupefacente come invece di delocalizzare l’impianto si voglia concedere da parte delle istituzioni l’ampliamento produttivo. Un ampliamento ignorato dall’Amministrazione Comunale di Potenza, dalle forze politiche e persino da alcune associazioni che hanno continuato a prestare ascolto ad una tranquillizzante e “sapiente” regia mediatica e sfontatamente menzoniera. Non solo quindi è da rivedere l’autorizzazione concessa con delibera della giunta regionale della Basilicata n° 176 del 22 febbraio 2012, ma è importante fermare subito lo scellerato ampliamento dello stabilimento che, con i fumi tossici, ammorba e inquina la città, mentre si vorrebbe modificare il perimetro aziendale a seguito dell’acquisizione dell’area ex Mahle Mondial e dell’area ex Liquigas con lo postamento dell’impianto di produzione ossigeno VPSA e del parco serbatoi di stoccaggio dei gas tecnici con la la rilocalizzazione di alcuni depositi e stoccaggi interni di materiale. Lo studio della “nuova ferriera” di Potenza è stato redatto dalla società Eurofins Consulting per conto della Ferriere Nord

Dossier Ferriere Nord Potenza

2 settembre 2014. Si riaccendono gli impianti della Siderpotenza. Al lavoro una parte degli operai. La produzione dovrebbe ripartire il 4 settembre con tutti i 250 lavoratori

9 agosto 2014. Siderpotenza, si possono riaprire gli impianti. Il gip concede la facoltà d’uso. I lavoratori in corteo hanno ricordato Giuseppe Santoro

7 agosto 2014. Siderpotenza, verso il dissequestro. I Noe ieri sono entrati nello stabilimento. Primi lavori terminati. Accordo tra azienda e Rsu:contratti di solidarietà fino al prossimo 11 agosto

5 agosto 2014. La Siderpotenza in consiglio regionale. Domani vertice con l’azienda per il sostegno al reddito. Al centro del vertice le forme di sostegno al reddito (stipendi o ammortizzatori sociali) dei 250 lavoratori dell’ex Ferriera, che dopo il sequestro sono stati messi in libertà

2 agosto 2014. Siderpotenza, il nodo degli stipendi. Per ora nessun impegno. In mattinata la riunione con l'assessore. Pittini presenta due nuove istanze in Procura

1° agosto 2014. Tolti i sigilli dai cancelli della Siderpotenza. Al via i lavori di adeguamento. I militari del Noe restituiscono all’azienda parte dell’impianto. In viaggio il prodotto finito che era bloccato nei magazzini

31 luglio 2014. Siderpotenza, sì al piano dei lavori. Si va verso il dissequestro parziale. La Procura autorizza il piano di interventi per adeguare gli impianti nell’area “incriminata”: lavori dal 31 luglio al 6 agosto

30 luglio 2014. Siderpotenza, in corteo con le famiglie aspettando la riapertura. E i lavoratori incassano la solidarietà della città. Partenza dai cancelli sotto il sole cocente e arrivo in piazza prefettura poi un’attesa estenuante lunga quattro ore. Intanto il tavolo di concertazione si aggiorna, presto gli operai potranno entrare in fabbrica assieme al Noe. Potenza è solidale: sconti sull’acqua e la pizza, saluti dai balconi, clacson di auto in attesa del passaggio degli operai

29 luglio 2014. Siderpotenza, lavoratori in corteo e spiragli di riapertura parziale. Dopo la manifestazione, una delegazione di lavoratori ha incontrato i vertici dell'azienda e le autorità locali. Da quanto si apprende sarebbero emersi spiragli per una riapertura parziale dello stabilimento

29 luglio 2014. Ferriera, illegalità e salute violata. Le ingiurie rivolte a chi ha denunciato l'inquinamento della Siderpotenza e ai magistrati

29 luglio 2014. La Siderpotenza ascolta il giudice e chiede di effettuare i lavori. Chiesta la rimozione dei sigilli e il rientro di una squadra di operai per garantire la sicurezza dell’impianto sotto sequestro giudiziario

28 luglio 2014. Tutti ai cancelli con i lavoratori. Attesa per le decisioni della Siderpotenza. Nel pomeriggio passa Folino, poi arrivano Pittella, Berlinguer con Marsico. Il presidente della Regione si impegna per la cassa integrazione

28 luglio 2014. Siderpotenza, adesso ripristinare condizioni ambientali. Possibile che in tutto questo marasma non vi sia un colpevole?

27 luglio 2014. L'urlo degli operai della Siderpotenza: «Dissequestrate parte dell'impianto». Due notti passate davanti ai cancelli della Pittini sotto sequestro, un presidio in tribunale ed una richiesta ai giuducu del tribunale di Potenza: «Se la fabbrica resta ferma per troppo tempo si perderanno le commesse». Il sindaco De Luca fa visita ai lavoratori: «Ho fiducia nella magistratura». Intanto il picchetto continua ad oltranza

26 luglio 2014. «Noi non siamo come Taranto». La lunga giornata degli operai della ex Siderpotenza. Assembramento ai cancelli e poi sit-in davanti la prefettura. La rabbia e la delusione di chi vive la ferriera: «Non ci aspettavamo un’azione del genere»

26 luglio 2014. Spazzati i fumi, spezzata la Sider. I magistrati spengono la storica Ferriera. Su richiesta del pm Basentini il gip Palma sequestra l’impianto del gruppo Lucchini, 2 indagati. Secondo l’accusa superati i limiti di diossina, c’è inquinamento. C’è anche il dramma di centinaia di operai mandati a casa: « Non siamo una piccola Ilva». I lavoratori chiedono all’azienda di fare subito quello che il giudice ordina. Contestata la Coletta, Rosa vuole le dimissioni di Berlinguer

26 luglio 2014. Quando la Ferriera disse che gli inquinanti erano “100 volte” inferiori alla soglia. L'azienda, 3 mesi fa, ha fornito dati 'farlocchi'? Al lavoro gli inquirenti

25 luglio 2014. Sequestro dello stabilimento siderurgico di Potenza della Ferriere Nord, "diossine nella vegetazione circostante e vicino alle case". In mattinata i sigilli allo stabilimento siderurgico del capoluogo lucano. I controlli eseguiti dal Noe (Nucleo operativo ecologico) e dal pool di esperti nominati dalla Procura di Potenza hanno stabilito che sono stati superati i limiti di soglia nelle emissioni di diossine, furani, e monossido di carbonio. Almeno in un caso i valori sono stati superiori al "74%" rispetto ai limiti consentiti. Il periodo di riferimento va dal 2012, anno di partenza dell'inchiesta della magistratura potentina, fino al febbraio di quest'anno

25 luglio 2014. Comunicato UIL e UILM Basilicata su Ferriere Nord (ex Siderpotenza). “Conciliare la tutela dei lavoratori e le produzioni con l’ambiente”

28 febbraio 2014. "Dati inadeguati”. L'assessore Berlinguer ammonisce l'Arpab. Sul caso Ferriera ci sono “ritardi oggettivi” che non consentono di fare chiarezza

27 febbraio 2014. Ferriera: 'camini' senza controllo. L'Arpab non ha eseguito i rilievi sulle diossine previsti, per legge, dall'Aia

21 febbraio 2014. I nuovi dati Arpab Bucaletto "avvelenata". Quelle diossine arrivano dalle emissioni della Siderpotenza. E’ questa la conclusione a cui porta il terzo campionamento condotto dall’Agenzia regionale per l’Ambiente nell’area circostante alla Ferriera. Concentrazioni altissime di benzoapirene anche a Rossellino: il sindaco “convoca” la Regione

Che cos'è il benzoapirene - Gli effetti tossici

21 febbraio 2014. La Relazione tecnica dell'ARPAB sulle "risultanze della campagna di monitoraggio delle deposizioni atmosferiche" dello stabilimento Siderpotenza, Ferriere Nord S.p.A. (che dimostra, incontrovertibilmente, il massivo inquinamento perpetrato e reiterato negli anni, senza alcuna considerazione per la salute e la sicurezza della popolazione potentina)

18 febbraio 2014. Siderpotenza, il Comitato Aria Pulita risponde all'assessore Berlinguer: "Per noi è emergenza sanitaria"

16 febbraio 2014. I carabinieri del Noe alla Sider Potenza. Le analisi sui camini della ferriera. Le operazioni si sono svolte senza interruzioni della produzione. Anche gli operai chiedono chiarezza e tutela dell'ambiente, a patto di non sacrificare posti di lavoro

06 febbraio 2014. L’aria a Bucaletto e Betlemme non era solo cancerogena ma “mutagena”. I dati pubblicati dall'Arpab sono raccapriccianti

Il documento dell'ARPAB relativo ai risultati analitici delle prime due campagne di monitoraggio delle deposizioni atmosferiche totali di diossine (PCDD), furani (PCDF), policlorobifenili (PCB) e idrocarburi policiclici aromatici (IPA)

Monitoraggio dell'ARPAB della qualita' dell'aria di Potenza - Area industriale

Linee guida per la valutazione del rischio da esposizione ad Agenti Chimici Pericolosi e ad Agenti Cancerogeni e Mutageni (a cura di ISPRA e ARPA)

INAIL - Gli agenti cancerogeni e mutageni

27 gennaio 2014. Rsu Siderpotenza: "Continuare a produrre riducendo l'impatto ambientale". "Crediamo sia l’unica alternativa", hanno spiegato in una nota lavoratori e sindacati dell'azienda

18 dicembre 2013. L'inchiesta dimenticata SiderPotenza, 20 anni fa la deuncia dei «veleni»

17 dicembre 2013. Siderpotenza, quello che si poteva fare e quello che non è stato fatto. Da Bucaletto, al sequestro del giudice Materi alla delibera per la delocalizzazione

17 dicembre 2013. Siderpotenza: Santarsiero chiede collaborazione al Dipartimento Medicina Federico II di Napoli

16 dicembre 2013. Diossina a Bucaletto: ecco i dati. Superata di 2 volte la soglia d’allarme. Lo dicono i risultati delle rilevazioni effettuate tra giugno e agosto attorno alla Siderpotenza. Il dato annuale potrebbe essere anche peggio

29 luglio 2013. Siderpotenza, fumi al vaglio del Noe. Marotta ha avviato le verifiche. Il sostituto procuratore ha affidato ai carabinieri del Noe il compito di verificare se la SiderPotenza sia o meno in regola con le leggi in materia di tutela ambientale

12 luglio 2013. Siderpotenza, parte inchiesta sul modello Ilva. Blitz dei carabinieri nell'impianto, la Procura dispone una maxi perizia. Al lavoro gli stessi esperti incaricati dal gip di Taranto. Caccia alle diossine ricadute nell'area circostante

20 dicembre 2012. Allarme monossido alla Sider Potenza. L'Arpab pubblica i dati dei camini. I dati del rapporto di prova del 4 ottobre del 2012 sul camino E2 dell’impianto della Sider Potenza parlano chiaro: su tre diversi campionamenti di un’ora ciascuno sono stati registrati tre sforamenti della soglia di monossido di carbonio immesso nell’atmosfera

Le tabelle con i dati delle polveri, metalli pesanti ed altri elementi tossici e nocivi rilevati dall'ARPAB

Gli inquinanti monitorati dall'ARPAB

PCDD: policlorodibenzo-p-diossine (a cura del Giornale Italiano di Medicina del Lavoro ed Ergonomia)

Diossine, Furani PCB e alimenti di origine animale - Stato dell’arte (Università di Parma)

Diossine (bioaccumulo, tossicità, effetti dell’esposizione a diossina a lungo termine, effetti sulla riproduzione)

Diossine Furani e PCB - Gli effeti sull'uomo (a cura dell'APAT Agenzia per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici)

Studio per la stima di valori di fondo di PCDD e PCDF nei suoli della Toscana [Quadro conoscitivo sui livelli di fondo della presenza di contaminazione da diossine (PCDD) e furani (PCDF) nei suoli della Toscana - a cura dell'ARPAT]

Diossine (a cura dell'Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto)

Diossine e furani (Dossier Legambiente)

La diossina e i suoi effetti

Il sito web di Siderpotenza (tante certificazioni di qualità e nessuna trattazione specifica in tema di sicurezza sul lavoro e sicurezza ambientale e salubrità dell'aria nell'area industriale circostante lo stabilimento)