window.dataLayer = window.dataLayer || []; function gtag(){dataLayer.push(arguments);} gtag('js', new Date()); gtag('config', 'G-Z5QNTDCLLT');

Circa Uil Basilicata

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora Uil Basilicata ha creato 60 post nel blog.

IL MINISTRO GIORGETTI CONVOCA SINDACATI E AZIENDE, 15 GIUGNO TAVOLO A ROMA

Di |2021-06-29T18:16:49+02:0012 Giugno 2021|In Evidenza|

Il 15 giugno, a partire dalle ore 16.30, al Ministero dello Sviluppo Economico, è stato convocato dal Ministro Giancarlo Giorgetti, alla presenza del Ministro del Lavoro Andrea Orlando, un incontro tra le Organizzazioni sindacali metalmeccaniche e Stellantis. Incontro, che fa seguito alla precedente riunione di Torino del 15 aprile con i vertici europei di Stellantis, che dovrà chiarire la situazione industriale di Stellantis circa gli stabilimenti italiani ed in particolare lo stabilimento di Melfi. Tante voci, tante supposizioni, tanti punti interrogativi che dovranno trovare risposte certe per lo stabilimento di Melfi, per tutta l’area industriale di San Nicola di [Leggi tutto]

AUMENTO TARIFFE ACQUA IN BASILICATA: CGIL, CISL, UIL – NON POSSIAMO TROVARCI DI FRONTE AL “FATTO COMPIUTO”

Di |2021-06-29T18:03:07+02:009 Giugno 2021|In Evidenza|

Non possiamo trovarci di fronte al “fatto compiuto” dell’aumento delle tariffe di AquedottoLucano avvenuto senza alcuna preventiva consultazione dei sindacati e delle organizzazioni dei consumatori, annullando persino normali e consolidate prassi di concertazione. Tra l’altro, dalle informazioni di stampa raccolte, saremmo di fronte ad un aumento retroattivo al 2020 che peserà sulle famiglie lucane per quest’anno secondo modalità che ancora non conosciamo. Oltre al metodo adottato, nel merito del provvedimento non ci convince la motivazione relativa alla situazione finanziaria di Acquedotto Lucano che si scarica direttamente e solo sull’utenza che invece non ha alcuna responsabilità sui “buchi” di bilancio [Leggi tutto]

CGIL, CISL, UIL: SUBITO TAVOLO REGIONALE SANITÀ

Di |2021-06-29T17:49:46+02:008 Giugno 2021|In Evidenza|

La sanità lucana è ancora di fatto in una condizione di blocco delle attività ordinarie, il che significa negare ai cittadini il diritto alla salute, alla prevenzione e cura. Nonostante la campagna vaccinale stia producendo i primi risultati importanti sulla riduzione dei contagi e sulla pressione sugli ospedali, assistiamo da troppi mesi ad una paralisi delle prestazioni sanitarie sia ospedaliere che socio sanitarie con il protrarsi delle liste di attesa. Una situazione di grave disagio specie per i malati cronici e le persone anziane che è in primo luogo conseguenza dell'assenza di programmazione e sopratutto per la grave carenza [Leggi tutto]

CGIL CISL UIL: FERMIAMO LA STRAGE NEI LUOGHI DI LAVORO! 28 maggio mobilitazione unitaria a Potenza

Di |2021-05-30T10:04:59+02:0027 Maggio 2021|Comunicati unitari, In Evidenza, Segreteria Generale|

Nuove iniziative di mobilitazione in Basilicata VENERDI’ 28 MAGGIO a Potenza dalle ore 9.30. Dopo le iniziative promosse dal 20 maggio scorso (assemblea con gli operai edili sulla Tito-Brienza; incontro con operatori sanitari Asp) per dire “basta alle morti sul lavoro” Cgil, Cisl e Uil Basilicata hanno deciso una nuova intensa settimana di mobilitazione per riportare questo tema al centro dell’agenda sindacale, politica, istituzionale. Al centro della mobilitazione la proposta di PATTO PER LA SALUTE E PER LA SICUREZZA SUL LAVORO che deve inserirsi all’interno ed in coerenza di un quadro pluriennale determinato dalla STRATEGIA NAZIONALE DI PREVENZIONE [Leggi tutto]

LA UIL ARTIGIANATO BASILICATA DISCUTE DI SICUREZZA, SOSTEGNO AL REDDITO E SANITA’ INTEGRATIVA

Di |2021-05-30T10:02:01+02:0019 Maggio 2021|Artigianato|

Nel pomeriggio di martedì presso la sede regionale della UIL lucana in modalità webinair, alla presenza in collegamento da Roma del Responsabile nazionale del coordinamento UIL Artigianato e vicepresidente nazionale EBNA, Mauro Sasso, si è tenuto il Coordinamento Regionale della UIL Artigianato Basilicata. Ad introdurre i lavori il coordinatore regionale Diego Sileo che ha posto al centro del dibattito, ai segretari di categoria, delegati di bacino e  membri della struttura UIL collegati, una relazione introduttiva sulla situazione del sistema bilaterale lucano puntando l’accento sul grande lavoro dell’EBAB e delle parti sociali nella salvaguardia del reddito dei lavoratori dipendenti [Leggi tutto]

NEL PRIMO TRIMESTRE 2021 RICONOSCIUTE IN BASILICATA 5,4 MILIONI DI ORE CIG EMERGENZA COVID-19

Di |2021-05-30T09:58:52+02:0022 Aprile 2021|Segreteria Generale|

Nel primo trimestre dell’anno in Basilicata sono state riconosciute circa 5,4 milioni di ore di cassa integrazione guadagni ordinaria che si riferiscono quasi interamente alla causale ‘emergenza sanitaria COVID-19’. Uil Basilicata citando il Report mensile di aprile dell’Inps. Alle ore di cig ordinaria vanno aggiunte 1,6 milioni di ore sui Fondi Solidarietà, 1,3 milioni di ore di cig in deroga e circa 143mila ore di cig straordinaria. “I dati – commenta il segretario regionale Uil Vincenzo Tortorelli – rafforzano la richiesta che la Uil ha presentato al Ministro Orlando di prorogare il blocco dei licenziamenti, tenuto conto anche [Leggi tutto]

Stellantis, modello Melfi e nuovo piano per la crescita ed il lavoro in Basilicata

Di |2021-05-02T11:36:47+02:0017 Aprile 2021|Segreteria Generale|

Dopo il primo confronto Stellantis-sindacati di categoria a Torino contestualmente alle priorità – difesa della produzione e dell’occupazione diretta ed indotta – si deve pensare al futuro. Per questo la questione delle nuove scelte di politica dell’auto con Stellantis e per lo stabilimento di Melfi può essere centrale in un piano della ripresa post Covid nella regione e nel nostro Paese. L’auspicio e l’impegno di tutte le parti in campo deve tendere a costruire relazioni costruttive ed efficaci per mettere in valore, anche con la nuova primaria azienda mondializzata di Stellantis, il patrimonio complessivo di produzione e di [Leggi tutto]

CGIL CISL UIL – “PATTO DI SITO VA AGGIORNATO”

Di |2021-05-02T11:35:16+02:0015 Aprile 2021|Segreteria Generale|

L’ incontro di oggi in Regione sul patto di sito segna l’inizio di un percorso che ha una prima tappa in un apposito tavolo tecnico che si dovrebbe tenere la prossima settimana e che pertanto, prima di giudizi compiuti, necessita di approfondimenti. Per Cgil Cisl Uil il confronto tra giunta regionale, Eni e sindacati sull'aggiornamento del patto di sito per la Val d'Agri, a nove anni dalla prima e per certi versi storica stesura, impone un adeguamento sostanziale del documento in modo da tenere conto, innanzitutto, delle mutate condizioni economiche e sociali. "In quasi un decennio il patto [Leggi tutto]

GRANDE PARTECIPAZIONE DEI LAVORATORI ALLA PRIMA INIZIATIVA DI MOBILITAZIONE

Di |2021-05-02T11:35:50+02:0031 Marzo 2021|Segreteria Generale|

Una grande partecipazione di lavoratrici e lavoratori ha caratterizzato la prima giornata di mobilitazione organizzata dalle segreterie unitarie di Cgil Cisl Uil Basilicata davanti ai cancelli del Centro Oli Eni di Viggiano. Centinaia di operai - nel rispetto delle misure di sicurezza - hanno manifestato per chiedere alla Regione Basilicata che si faccia promotrice da subito di un tavolo di confronto con i vertici dell'azienda. Un dialogo quanto mai necessario con le società petrolifere per definire un piano strategico sull'energia che guardi alla sostenibilità ambientale e ad una transizione ecologica efficiente per mantenere i livelli occupazionali in una [Leggi tutto]

USCIRE DAL MALESSERE OCCUPAZIONALE E DEMOGRAFICO SI PUÒ

Di |2021-05-02T11:32:44+02:0029 Marzo 2021|Segreteria Generale|

Il Covid-19 ha causato una ricomposizione nella domanda di lavoro da parte delle imprese italiane e anche marcatamente di quelle lucane. Dall’analisi dei dati 2020 dell’osservatorio Inps del precariato emerge un quadro che può aiutare a capire cosa accadrà nell’immediato futuro. L’economia locale deve necessariamente prendere un sentiero di traversa, come si dice nel gergo di navigazione, per uscire dal turbinale! Nel 2020 il numero dei contratti di lavoro cessati ha superato quello dei contratti attivati, con uno scarto di 7.085 unità (l’anno scorso era di 610). Tale andamento è il risultato di un calo delle assunzioni e [Leggi tutto]

Torna in cima