TORTORELLI (UIL): UN PIANO PER LA FORMAZIONE E NUOVI ISTITUTI TECNICI SUPERIORI

Di |2021-02-21T15:56:38+01:0028 Gennaio 2021|Comunicati UIL, Segreteria Generale|

“Fermare l’esodo dei giovani lucani attraverso la creazione di nuove opportunità di lavoro” “Se vogliamo fermare l’esodo dei giovani lucani attraverso la creazione di nuove opportunità di lavoro, serve un piano strategico della formazione che sia, da un lato, in armonia con i bisogni dei grandi player che operano in Basilicata e, dall’altro, con le vocazioni territoriali,”. E’ quanto ha dichiarato il  Segretario Generale della UIL di Basilicata Vincenzo Tortorelli. I numeri, d’altronde, sono impietosi: per Eurostat la Basilicata è  agli ultimi posti nelle classifiche internazionali per laureati con un tasso di occupazione del 38,3% a fronte di [Leggi tutto]

Uilcom-Uil: “Basta con esternalizzazione servizi strategici, costituire società ICT in houseproviding”

Di |2020-12-31T09:30:57+01:0023 Novembre 2020|Comunicati Categorie|

di UILCOM Basilicata La Giunta Regionale da una parte indice un concorso per l’assunzione a tempo indeterminato e parziale di 112 funzionari di categoria D1 per rafforzare il suo apparato (anche se con un sistema discutibile perché privilegia solo i laureati e “lascia fuori” i precari), e dall’altra continua nella strategia di esternalizzazione di numerosi servizi, definiti dallo stesso Governo Regionale essenziali, strategici e, in alcuni casi, di pubblica utilità. Gli esempi più clamorosi di questa palese contraddizione sono gli appalti che riguardano il Centro Unico di Prenotazione sanitaria (CUP), il “Contact Center Regionale”, il “Certification Authority [Leggi tutto]

Messaggio di Ferragosto del Segretario Generale UIL Basilicata, Tortorelli

Di |2020-12-07T20:14:31+01:0015 Agosto 2020|Comunicati UIL|

di Vincenzo Tortorelli, Segretario Generale UIL Questo è un Ferragosto di attesa ma anche di attraversamento delle paure, di conforto e ristoro per le famiglie, per le persone che lavorano e per chi è ai margini. I mesi terribili che abbiamo attraversato hanno rafforzato la consapevolezza che per uscire dalla crisi occorre un cambio di passo, collettivo, verso una nuova dimensione di socialità e di comunità, con una robusta manovra di protezione sociale e con scelte chiare per un nuovo sviluppo: una messa alla prova, per tutti, e un esame di coscienza per una ripresa di senso capace [Leggi tutto]

Torna in cima